sposarsi nel 2021 (23-23), tutte le regole

18.02.2021

è il momento di ripartire, seppur tra molti dubbi e timori, ecco come saranno i matrimoni per i prossimi anni

le novità
nei giorni scorsi, è stata pubblicata da parte di alcune associazioni di categoria coinvolte nel settore wedding, una relazione del lavoro svolto negli ultimi mesi, insieme alle istituzioni, per capire se e come svolgere gli eventi nel futuro prossimo.   vediamo quindi quali saranno le nuove abitudine con cui dovremo convivere.

nuove abitudini
anzitutto, vanno ricordate due cose fondamentali, cioè che la situazione epidemiologica, non solo nel paese, ma in tutto il mondo, attualmente è in costante evoluzione, quindi potrebbero esserci sempre delle variazioni, inoltre è ormai chiaro e certo che anche per gli anni a venire, dovremo continuare a convivere con le precauzioni cui ormai siamo abituati.
va da se quindi, che anche per il 2022 o 2023 continueremo ad indossare le mascherine, applicare il distanziamento sociale, limitare gli spostamenti e disinfettarci le mani.   secondo le previsioni dell'oms, questo potrebbe protrarsi per tutto il decennio.

quando
nei primi giorni di marzo, le autorità dovrebbero -ma il condizionale è d'obbligo- presentare il nuovo protocollo che regolementerà lo svolgimento degli eventi, tra cui anche i matrimoni.   questo protocollo è volto a favorire la ripartenza di un settore che muove il 3% del pil nazionale e coinvolge milioni di lavoratori. 

quanti invitati
anzitutto dovrebbe cadere il "numero massimo" di 30 ospiti, che dovrebbe invece venir commisurato in base alle dimensioni della location scelta.
questo permetterebbe, qualora abbiate optato per una location di grandi dimensioni, di poter festeggiare con tutte le persone care.

sarà sempre possibile sposarsi, anche questa primavera, magari potrebbe essere previsto qualche accorgimento in più, ma non sono previsti impedimenti di sorta.   a partire da marzo inoltre, dovrebbe decadere anche il coprifuoco (attualmente stabilito alle 18 o 22) .
va ricordato chè è comunque sempre possibile sposarsi, persino in zona rossa.

si era ventilata l'ipotesi, di sottoporre a tamponi gli invitati, ma al momento sembra sia stata accantonata, anche se sarebbe un valido strumento.
sono molto ottimista e fiducioso, con questo nuovo protocollo, seppur con nuove piccole abitudini si potrà tornare a festeggiare ed amarsi, proprio come piace a me!